RAPPORTO DI MISSIONE – Missione 31.2: 244 persone in salvo e un nuovo fermo per la Ocean Viking. Più di 200 persone alla manifestazione per il rilascio della nave

RAPPORTO DI MISSIONE – Missione 31.2: 244 persone in salvo e un nuovo fermo per la Ocean Viking. Più di 200 persone alla manifestazione per il rilascio della nave

Il 31 dicembre 2023 le autorità italiane hanno notificato un nuovo fermo amministrativo di 20 giorni alla Ocean Viking, rea di aver risposto al mayday di un’imbarcazione in difficoltà: dopo aver salvato 244 persone nel Mediterraneo Centrale, notoriamente sprovvisto di mezzi di soccorso, la nave di SOS MEDITERRANEE è quindi costretta a uno stop forzato nel porto di Bari per un tempo che sembra infinito, se si pensa a quante persone potrebbero aver bisogno di aiuto. Per protesta contro questa decisione i volontari del gruppo salvagente di Bari hanno organizzato una manifestazione cui hanno partecipato più di 200 persone.

Missione 31.2: 27 dicembre 2023

La mattina del 27 dicembre il team della Ocean Viking ha ricevuto la notizia di una barca in difficoltà a poche miglia di distanza dalla propria posizione: il salvataggio è stato subito avviato e 122 persone, tra cui 8 minori non accompagnati, sono state portate a bordo della nostra nave.

Successivamente sono state effettuate altre due operazioni di soccorso: in una sono state salvate 106 persone, tra cui 2 donne incinte, e nella terza altre 16 persone. In totale sulla Ocean Viking erano presenti 244 naufraghi, per la maggior parte provenienti da Bangladesh, Siria, Pakistan, Egitto, Etiopia, Libano ed Eritrea. Il porto assegnato dalle autorità Italiane è stato Bari, dove il team si è diretto dopo aver terminato le operazioni, interamente coordinate dalle autorità italiane.

Il 30 dicembre la Ocean Viking ha raggiunto il porto di Bari: i 244 naufraghi, tra cui 8 donne, 18 minori non accompagnati e 4 bambini al di sotto dei 4 anni, sono finalmente in un porto sicuro.

La sera del 30 dicembre le autorità italiane ci hanno comminato un nuovo fermo amministrativo di 20 giorni e una multa da 3300 euro per aver effettuato una minima deviazione sulla rotta verso Bari per rispondere alla richiesta d’aiuto di un’imbarcazione in difficoltà. Quell’imbarcazione si trovava molto più lontano di quanto comunicato all’inizio e abbiamo avuto rassicurazioni sul fatto che altri asset più vicini potessero intervenire, per cui la Ocean Viking ha ripreso la propria rotta arrivando al porto assegnato senza alcun ritardo.

Riteniamo ingiusta la decisione delle autorità che già il 15 novembre scorso ci avevano penalizzati per aver svolto il nostro lavoro: abbiamo espresso qui la nostra posizione in merito a questo secondo fermo in poche settimane.

I volontari del gruppo salvagente di Bari hanno organizzato una manifestazione per chiedere il rilascio della nave e far sì che possa tornare a presidiare la rotta marittima più mortale del mondo: hanno partecipato più di 200 persone e moltissime associazioni del terzo settore ci hanno dato il loro appoggio.

Le missioni in mare di SOS MEDITERRANEE sono sostenute nel 2022 e 2023 anche con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese. Il supporto dei nostri donatori e partner è fondamentale: in mare fa la differenza tra la vita e la morte!

Foto: Camille Toulmé / SOS MEDITERRANEE

   

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #65 – Tre navi SAR in fermo nonostante la crescente necessità di interventi umanitari

La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e soccorso che...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #64 – Picco di partenze e aumento dell’insicurezza nel Mediterraneo centrale

La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e soccorso che...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #63 – Circa 600 persone sono morte a causa dell’inazione dell’Europa

La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e soccorso che...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #62 – La carenza di coordinamento priva il Mediterraneo centrale di mezzi di soccorso

La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e soccorso che...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #61 – Quasi 1000 morti dall’inizio del 2023

La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e soccorso che...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #60 – Il trimestre più letale dal 2017 provoca la reazione delle Nazioni Unite

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #59 – Morti in mare e tragedie durante il soccorso, moltissimi gli arrivi autonomi. Ecco cosa succede nel Mediterraneo Centrale

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #58 – Numerose tragedie in mare segnano l’inizio del 2023

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #57 – Il 2022 si chiude con numerosi soccorsi condotti dalle navi delle ONG, mentre si registrano ancora naufragi e morti nel Mediterraneo

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #56 – Funzionari dell’UE e di Frontex accusati di essere implicati nella violazione dei diritti umani nel Mediterraneo centrale.

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.