SalvaMenti … Siamo tutti sulla stessa barca – #3

SalvaMenti … Siamo tutti sulla stessa barca – #3

Fermi, bloccati, tutti a casa. Per combattere l’epidemia di COVID-19 è fondamentale restare a casa. L’Italia intera in quarantena…siamo tutti sulla stessa barca! Non per questo bisogna lasciarsi sopraffare. Abbiamo deciso di mettere a frutto questa pausa forzata per approfondire dei temi che sono a noi cari: fa bene al cuore, fa bene alla mente. D’altronde, parte fondamentale della nostra missione è testimoniare. Durante questo periodo strano lo faremo anche proponendovi delle storie, dei contenuti, che ci piacciono molto e che raccontano il soccorso in mare e la migrazione secondo un punto di vista diverso. Seat back and enjoy…

Nel prossimo appuntamento di SalvaMenti Live, giovedì 30 aprile alle 18 sulla pagina Facebook di SOS MEDITERRANEE Italia, l’appuntamento social in diretta per conversare con alcuni degli autori e dei giornalisti che si sono occupati di salvataggio in mare e migrazioni, incontreremo proprio Francesca Mannocchi, giornalista freelance che da anni si occupa di migrazioni e conflitti.

EPISODIO 3

“Io Khaled vendo uomini e sono innocente”

di Francesca Mannocchi. Einaudi, 2019

Francesca Mannocchi è una giornalista freelance che si occupa di migrazioni e conflitti e collabora con numerose testate giornalistiche  italiane e internazionali. Ha realizzato  reportage in moltissimi Paesi tra cui la Libia,  la Siria, l’Iraq, l’Afghanistan. Ha vinto il  premio Giustolisi con l’inchiesta Missione Impossibile sul traffico dei migranti e sulle carceri libiche. Nel 2018 ha diretto con Alessio Romenzi “Isis Tomorrow. The lost souls of Mosul”, documentario sulle conseguenze della lunga guerra contro l’Isis in Iraq sui più vulnerabili: donne, bambini, anziani. Khaled è un giovane libico aspirante ingegnere che ha  partecipato alla rivoluzione per  deporre Gheddafi e adesso è un trafficante di esseri umani. Organizza le disperate traversate del Mediterraneo, gestisce lo spostamento di donne, bambini e uomini  nei centri di detenzione libici dove subiscono torture, abusi e stupri. E fa tutto questo per  guadagnare  soldi. Parla in prima  persona e il lettore è obbligato in una posizione “scomoda” perchè vede  dentro la  mente di chi incarna  il male  assoluto, investiga  le  ragioni del suo agire in  un  sistema  fatalmente  corrotto.  Khaled  col  racconto  dei  suoi legami familiari, della sua lotta rivoluzionaria, della vigliaccheria dei libici pronti a vendere i più cari affetti in nome del capo supremo, ci guida attraverso tutte le questioni più scottanti: la Libia, il deserto, il Mediterraneo, i trafficanti. E i migranti, quelle migliaia di esseri umani che lo pagano, lo implorano e lo ringraziano purchè li aiuti a lasciare l’inferno libico dove sono solo “negri” e merce da vendere per tornare ad essere, una volta in Europa, finalmente persone. Un reportage giornalistico in forma di romanzo la cui lettura provoca un dolore quasi insopportabile per la sorte atroce di una moltitudine di persone: siamo ancora disposti a voltare lo sguardo altrove?

Recensione di Samanta Becuzzi

Privacy Preference Center

Necessari

Questi cookie sono necessari per il corretto funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi. Solitamente sono impostati solo in risposta alle azioni compiute dall'utente che equivalgono a una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze sulla privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il proprio browser per bloccare questi cookie ma alcune parti del sito potrebbero non essere più fruibili.

euCookie

Analytics

Questi cookies ci consentono di contare le visite e le sorgenti di traffico, quindi possiamo misurare e migliorare le prestazioni del nostro sito. Ci aiutano a sapere quali sono le pagine più e meno popolari e vedere come i visitatori si muovono nel sito. Tutte le informazioni raccolte da questi cookie sono aggregate e quindi anonime. Se non autorizzi questi cookie, non sapremo quando avrai visitato il nostro sito.

__utma,__utmt,__utmb,__utmc,__utmz,__utmv,_ga,_gid,_gat

Altri

Questi cookies ci garantiscono la possibilità di integrare contenuti video dalla piattaforma youtube e di integrare il nostro servizio di newsletter mailerlite

PREF,YSC,VISITOR_INFO1_LIVE,GPS
__cfduid