RAPPORTO DI MISSIONE – Rotazione 20.2: Ancora un inaccettabile stallo in mare

RAPPORTO DI MISSIONE – Rotazione 20.2: Ancora un inaccettabile stallo in mare

296 naufraghi sono stati tratti in salvo dalla Ocean Viking. Anche questa volta, però, il soccorso è stato completato con inaccettabile ritardo a causa della mancanza di solidarietà delle istituzioni europee e italiane. Più di una settimana di attesa in mare prima di poter accedere a un Porto Sicuro per i sopravvissuti a bordo, già enormemente provati dalla permanenza in Libia e dal terribile viaggio in mare.

>Rotazione 20.2: 16-31 maggio 2022

La Ocean Viking ha lasciato il porto di Siracusa il 16 maggio per iniziare la seconda parte della sua ventesima missione di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale.

Il 19 maggio, i soccorritori hanno individuato due gommoni in difficoltà: a bordo 158 persone tra le quali 6 donne incinte, un ferito e diversi bambini piccoli.

Non è stata un’operazione semplice: le persone soccorse erano esauste. Avevano trascorso molto tempo in mare su imbarcazioni di fortuna. Erano esausti e in molti hanno avuto bisogno di prima assistenza.

 

 

Purtroppo, una volta ristabilitisi, molti dei naufraghi hanno raccontato di un evento terribile: la morte di una persona durante il viaggio.

 

Il 22 maggio, la nostra nave ha accolto altre 75 persone. Anche loro viaggiavano su un gommone sovraccarico ed erano state assistite dal veliero Nadir per tutto il giorno, prima che la Ocean Viking ne raggiungesse la posizione.

La persona ferita soccorsa in serata è stata evacuata la mattina dopo col supporto della Guardia Costiera italiana.

 

Nella stessa giornata, un altro soccorso: ben 64 persone.

 

Nel frattempo, i nostri team ascoltavano le storie dei sopravvissuti, come quella di Tobore. Solo 17 anni e una bimba di 3 mesi tra le braccia.

O quella di John, che ha tentato più volte di attraversare il mare per sfuggire a violenze agghiaccianti.

I giorni sono passati senza alcuna risposta delle autorità alle numerose richieste di Porto Sicuro. Ben 10 giorni in cui donne, uomini e bambini hanno dormito all’addiaccio sul ponte di una nave. L’undicesimo giorno, una donna incinta, nelle ultime settimane di gravidanza, è stata costretta ad essere evacuata così verso un ospedale siciliano.

Nella serata del 29 Maggio finalmente, dopo quasi 11 giorni di attesa, l’annuncio che le autorità italiane avevano indicato Pozzallo come porto di sbarco per i 294 sopravvissuti rimasti a bordo.

Poche ore prima, per l’esasperazione, un uomo si era gettato in mare ed era stato immediatamente recuperato e messo in salvo dal nostro equipaggio.

Lo sbarco è avvenuto in due “tronconi”. Il 30 maggio sono state sbarcate 128 persone tra cui le donne, i bambini e le persone con problemi di salute. Il giorno successivo i salvataggi sono stati definitivamente completati con lo sbarco delle restanti persone.

Foto/video:
Candida Lobes / SOS MEDITERRANEE

Le missioni in mare di SOS MEDITERRANEE sono sostenute nel 2021 anche con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese. Il supporto dei nostri donatori e partner è fondamentale: in mare fa la differenza tra la vita e la morte!

   

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #52 – Nel giro di pochi giorni, tragedie e soccorsi si alternano nel Mediterraneo 

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #51 – Stalli in mare e numerosi salvataggi. La Corte di Giustizia europea: «Stop ad abusi nei controlli»

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #50 – Si ripetono le tragedie in mare: bambini, donne e uomini annegano mentre le organizzazioni civili fanno i conti con lunghi stalli in mare. Continuano i respingimenti e le “diffuse e sistematiche violazioni dei diritti umani” da parte della guardia costiera libica.

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #49 – Oltre 2500 respingimenti: l’Onu chiede di «rivedere» le politiche europee. In Lussemburgo c’è un primo accordo per il ricollocamento. Centinaia i soccorsi in mare.   

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #48 – Appello dell’ONU a salvare vite in mare, centinaia di persone nuovamente abbandonate al loro destino dalle autorità marittime      

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #47 – Tra condizioni meteorologiche critiche, diversi naufragi hanno funestato il Mediterraneo centrale nelle ultime quattro settimane

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #46 – Centinaia di persone salvate tra tragici naufragi e continui respingimenti verso la Libia

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #45 – A metà febbraio centinaia di persone hanno tentato di fuggire dalla Libia

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #44 – Centinaia di naufraghi salvati nel mese di gennaio

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

SGUARDO SUL MEDITERRANEO #43 – Più di 240 morti nel Mediterraneo centrale nel mese di dicembre

    La seguente pubblicazione di SOS MEDITERRANEE vuole far luce sugli eventi che si sono verificati nel Mediterraneo centrale nelle ultime due settimane. «Sguardo sul Mediterraneo» non è inteso come un aggiornamento esaustivo, ma si propone di trattare le questioni relative alla ricerca e...

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.